martedì 9 giugno 2009

Cani e gatti

Riassumo due sogni di queste notti febbricitanti.
Mi trovo in una strada che conosco bene, che però non è asfaltata nel mio sogno. Cammino, non sono sicurissima ma con me sento la presenza di mia madre. Vedo dei gattini e ne prendo uno. Lo accarezzo e lo avvicino per guardarlo. Il gattino è sfuggente e vuole tornare a terra. Mi chino per posarlo ma lui affonda le unghie nella mia gamba, sento un dolore forte, penetrante, sento le unghie ferirmi nel profondo della carne.
In un altro sogno sono al mare con mio fratello e mia madre, sembra un villaggio turistico. Il posto è davvero mal organizzato. Camere da letto lontanissime dai bagni, ristoranti-labirinto, percorsi tortuosi per raggiungere il mare. Il posto dovrebbe essere nuovo, in realtà tutto l'arredamento ha un che di vecchio e polveroso. Mi incammino in un sentiero, devo farmi una doccia e cerco il bagno seguendo le istruzioni di mio fratello. Mi guardo attorno, solo colline e campi. Vedo un cucciolo di cane nero su una collina, mi vede anche lui e inizia a scodinzolare. Mi corre incontro e mi salta letteralmente addosso. Io cado all'indietro su un campo coltivato di fragole. Rido e vedo mia mamma che mi dice che è un bellissimo terranova. Mi alzo e cammino vicino a mia madre, il cucciolo ci segue. Alle nostre spalle un ululato. Ci giriamo e vediamo sulla collina la mamma del cucciolo. Il cane ci guarda un pò perso, non sa chi seguire. Alla fine corre dalla sua mamma.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

ti mancano i tuoi animaletti per caso???
è ora di prenderesi una casa con giardino e un cane...
stefy

Vale ha detto...

Tu si che mi conosci!

ilariabu ha detto...

grandeeeeeeeeeeeeee!!!
cioè, in questo mondo dove nessuno mi legge (ahahahahaha!!!) te sei mia lettrice costante!
ogni volta guadagni mille mila punti stima, yo!
ciao vale!
bu